Dai rifiuti, terra fertile

A partire dal 2000 Fare Verde ha organizzato annualmente nell’ultimo fine settimana di ottobre una manifestazione per sensibilizzare amministratori locali e cittadini sull’importanza della raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti e del compostaggio.

Ogni anno sono stati distribuiti gratuitamente in centinaia di piazze italiane migliaia di sacchetti di compost, il terriccio organico derivante dal recupero dei rifiuti alimentari e verdi da usare per le piante in terrazzo o in giardino, ma soprattutto per renderci conto che basta poco per ottenere dai rifiuti terra fertile.


Fare Verde ha fatto dell’impegno per la raccolta differenziata della frazione umida e per l’impiego di compost di qualità in agricoltura un aspetto qualificante della propria attività, collaborando stabilmente con il Comitato tecnico del Consorzio Italiano Compostatori  e il Gruppo di lavoro sul compostaggio e la gestione integrata dei rifiuti della Scuola Agraria del Parco di Monza. Più di recente, la collaborazione sui temi del compostaggio si è allargata a ricercatori e docenti della Facoltà di Agraria dell’Università di Perugia e al Ce.S.A.R. Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale.

Negli anni 2005, 2006 e 2007 la campagna nazionale di Fare Verde sul compostaggio ha ottenuto il Patrocinio del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali e l’adesione di Coldiretti.

Nel 2006 Fare Verde si è concentrata nella promozione dell’impiego di compost di qualità da parte degli agricoltori in sostituzione parziale o totale dei fertilizzanti chimici, arrivando alla firma di un Accordo programmatico per la promozione del compost di qualità in agricoltura tra Coldiretti, Consorzio Italiano Compostatori e Fare Verde. L’accordo prevedeva l’impegno da parte dei compostatori a garantire la qualità del compost mediante apposita certificazione e la tracciabilità delle matrici organiche compostate.

Nell’ottobre 2007, i volontari di Fare Verde,  insieme a comitati e associazioni aderenti al Movimento per la Decrescita Felice e alcune Amministrazioni Comunali, hanno allestito punti informativi in 110 piazze italiane distribuendo migliaia di sacchetti di compost e materiali informativi.

Negli ultimi anni, Fare Verde ha continuato a promuovere la diffusione del compostaggio con attività svolte durante tutto l’anno: punti informativi, incontri pubblici, convegni, attività di pressione per la realizzazione di nuovi impianti di compostaggio e attività parlamentare per l’approvazione di norme che facilitino la raccolta differenziata degli scarti organici e il loro compostaggio. Insieme al compostaggio, Fare Verde ha cominciato a promuovere anche la produzione di biogas dagli scarti organici mediante “digestione anaerobica”: un processo che consente di produrre metano da matrici organiche.

Per maggiori informazioni e per collaborare alla promozione del compostaggio, contattaci sul sito web.